All for Joomla All for Webmasters
Connect with us

Fondi Covid-19, come verranno suddivisi i 400 milioni stanziati dal governo per i buoni spesa

Politica

Fondi Covid-19, come verranno suddivisi i 400 milioni stanziati dal governo per i buoni spesa

Fondi Covid-19, come verranno suddivisi i 400 milioni stanziati dal governo per i buoni spesa

Quin­di­ci milio­ni a Roma, 7,6 a Napo­li, 7,2 a Mila­no, 5,1 milio­ni a Paler­mo, 4,6 a Tori­no, 3 milio­ni a Geno­va. Fino ai micro-stan­zia­men­ti da 600 euro a testa per una qua­ran­ti­na di pic­co­lis­si­mi Comu­ni.

In que­sto arti­co­lo sco­pria­mo come ver­ran­no sud­di­vi­si i 400 milio­ni di euro stan­zia­ti dal gover­no per l’ emer­gen­za Covid-19 con i qua­li i sin­da­ci potran­no fron­teg­gia­re l’emergenza Coro­na­vi­rus distri­buen­do buo­ni spe­sa o gene­ri ali­men­ta­ri e di pri­ma neces­si­tà a chi ne abbia biso­gno. La quo­ta mag­gio­re andrà pro­ba­bil­men­te alla capi­ta­le, che è cit­tà più popo­lo­sa d’Italia, Ma stan­do all’ordinanza fir­ma­ta dal capo del­la pro­te­zio­ne civi­le Ange­lo Bor­rel­li ci dovreb­be esse­re un rie­qui­li­brio di fon­di anche in base al red­di­to medio dei resi­den­ti e non dimen­ti­ca i cen­tri con poche deci­ne di abi­tan­ti, sta­bi­len­do che in man­can­za di risor­se i 600 euro a loro desti­na­ti – la cifra mini­ma stan­zia­ta – ven­ga­no sot­trat­ti alle gran­di cit­tà.
Su base regio­na­le è la Lom­bar­dia a rice­ve­re la quo­ta mag­gio­re di risor­se, 55 milio­ni; alla Cam­pa­nia van­no 50 milio­ni; alla Sici­lia 43,4 mln; al Lazio 36 mln; alla Puglia 33 mln; al Vene­to 27,4 mln; all’Emilia Roma­gna 24,2 mln; al Pie­mon­te 24 mln; alla Tosca­na 21 mln; alla Cala­bria 17 mln; alla Sar­de­gna 12 mln; alle Mar­che 9,3 mln; alla Ligu­ria 8,7 mln. Per il bilan­cia­men­to tra red­di­to pro capi­te e nume­ro di abi­tan­ti, la Cam­pa­nia e la Sici­lia rice­vo­no risor­se supe­rio­ri al Lazio, pur aven­do un nume­ro infe­rio­re di abi­tan­ti (5,9 milio­ni il Lazio, 5,8 milio­ni la Cam­pa­nia, 5 milio­ni la Sici­lia).
Tra i capo­luo­ghi, Bari potrà distri­bui­re 1,9 milio­ni, Firen­ze 2 milio­ni, Reg­gio Cala­bria 1,3 milio­ni, Vene­zia 1,3 mln, Catan­za­ro 622mila euro, Caser­ta 445mila euro, Fog­gia 1,1 mln, Lec­ce 566mila euro, Pia­cen­za 548mila euro, Nuo­ro 230mila euro, Caglia­ri 814mila euro, Pesa­ro 503mila euro, Poten­za 398mila, Mate­ra 394mila, Iser­nia 148mila, Cam­po­bas­so 303mila. A Ber­ga­mo, cit­tà dura­men­te col­pi­ta dall’epidemia, andran­no 642mila euro. Il Comu­ne di Vo’, pri­mo foco­la­io dell’epidemia, potrà aiu­ta­re chi è in dif­fi­col­tà con 42mila euro, Codo­gno con 169mila euro, Alza­no Lom­bar­do, cit­tà che ave­va chie­sto di esse­re inclu­sa nel­la zona ros­sa, avrà 72mila euro. A Fon­di e Nero­la, le cit­ta­di­ne più col­pi­te nel Lazio, 357mila e 13mila euro cia­scu­na.

A Dina­mi, in pro­vin­cia di Vibo Valen­tia, che in base alla dichia­ra­zio­ne dei red­di­ti del 2017 è il pae­se più pove­ro d’Italia, van­no 20.400 euro. Al Comu­ne più pic­co­lo d’Italia con i suoi 33 abi­tan­ti, Mor­te­ro­ne, in pro­vin­cia di Lec­co, 600 euro. A Zer­ba (Pia­cen­za), pae­si­no che in base ai dati Istat è popo­la­to da per­so­ne anzia­ne, van­no 600 euro. A Castel Vol­tur­no, in Cam­pa­nia, 276mila euro. Scor­ren­do tra le mete turi­sti­che più ricer­ca­te, emer­ge che Cor­ti­na potrà distri­bui­re buo­ni spe­sa e gene­ri ali­men­ta­ri per 30,600 euro, Capri per 37,800 euro, Taor­mi­na per 73mila euro; Arza­che­na, sot­to il cui comu­ne rica­de Por­to Cer­vo, per 100mila euro; Por­to­fi­no per 2000 euro.

 

 

 

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

More in Politica

In Primo Piano

Attualità

Lifestyle

Spettacolo

Moda

Cultura

To Top