Connect with us

ClickMag

Intervista a Giuliana Blasi Personal Coach

Attualità

Intervista a Giuliana Blasi Personal Coach

Intervista a Giuliana Blasi Personal Coach

Allenarsi in casa ai tempi del Coronavirus la parola agli esperti.

Nei tempi del Coronavirus ci si puo allenare anche in casa chiediamo ai nostri esperti di fitness il loro parere. A cura di Arianna Valentini

Benvenuta Giuliana su Click Mag

Personal coach del sud Italia, Giuliana Blasi  di origine pugliese, è una personal coach, Istruttrice fitness e insegnante wellness, presso il centro medico-sportivo ICOS sport e benessere, Lecce.

La sua passione al mondo dello sport inizia in età adolescenziale,partecipando e vincendo medaglie,ai giochi della gioventù. Da lì,un crescendo di partecipazioni sportive e formazioni. Nel lontano 1998 il suo primo percorso con la REEBOK, su tutto ciò che era fitness musicale,dallo step all ‘aerobica. Continuando con MSP Italia,con formazioni ludico sportive per bambini e quelle per la terza età. Nel 2003 inizia a praticare anche lo yoga presso lo studio EGO YOGA(Roma) del grande maestro Max Grossi. Oggi lei, è una bravissima insegnante di Power Yoga. Ma il suo percorso continua. Dal 2008 al 2012 prosegue la sua lunga formazione wellness, con la FIF , dallo yoga Flex al posturale gin,dal Pilates al Pilates props,dal Piloga al Power stretching ecc. ecc. Si certifica con Fgi, partecipando con la sua squadra ad una gara di aerobica da competizione classificandosi seconde. Successivamente si forma sul nuovo sistema di  tappeto meccanico. Prima con International Striding System Academy,poi con WalkZONE Moving People, continua con WALKING PROGRAM e successivamente,ancora ad oggi, con TREKKMILL WHITE LEVEL.

Si forma anche con la grande Jill Cooper, con il suo AEROBIC ACCELERATOR SYSTEM(trampolino elastico) Continua i suoi studi con ELAV(e tutto il suo sistema sul TRX. Con 4DPRO ACADEMY’S. Con REVORINGN ACADEMY, il grande sistema di lavoro funzionale,su una catena elastica. Nel 2017 conosce la grande scuola FTS(functional training Scholl) di Guido Bruscia e ad oggi lei continua il suo percorso grande percorso. Da grande atleta, nel 2019 viene scelta per partecipare nella squadra italiana degli EURO GAMES (ex giochi senza frontiera), trasmissione di canale 5.

Anzitutto partiamo dalla testa come combattere la tendenza all’ inoperosita’?
La tendenza a combattere l’inoperosita, parte principalmente dall’essere ottimisti ed adottare un nuovo modo di pensiero senza sempre rimuginare. Cercare di normalizzare sempre più gli eventi negativi pensando che un momento negativo si risolverà primo o poi,portando con sé un sicuro cambiamento.
Come sostituire gli attrezzi della palestra?
Si possono sostituire facilmente. I MANUBRI, con semplici bottigliette d’acqua, uno sgabello basso al posto dello STEP, una PANCA FITNESS può essere sostituita da due o tre sedie accostate. Una BANDA ELASTICA da un asciugamano abbastanza grande o da un collant vecchio. Il BASTONE sostituito dal bastone della scopa. I cuscini possono sostituire le PALLINE da PILATES. I pacchi di sale inseriti in una calza sostituiscono delle CAVIGLIERE.
La prima fase dell’allenamento riguarda il riscaldamento. Come rimpiazzare la tradizionale corsa?
La tradizionale corsa io non la faccio più dagli anni 90′. Il riscaldamento non deve essere necessariamente attivo. Anzi!
Bisognerebbe fare un riscaldamento di mobilità attivando tutte le nostre articolazioni principali,il nostro sistema elastico e connettivo, rimanendo volendo in un metro quadro di stanza.
Quali esercizi inserire nel nostro allenamento?
Devono essere sempre degli esercizi psico-fisici. Dobbiamo sempre fare esercizi di mobilità articolare,di forza muscolare,come piegamenti sulle braccia,sulle gambe, addominali,di attività cardio,20 minuti di corsa sul posto o in casa o con una corda ed infine allungamenti, ripristinando forza e flessibilità in modo che il corpo possa resistere agli stress dati dal tempo che passa.
Terza e ultima fase del workout è l’idratazione
Senza l’idratazione durante il workout o in presenza di una disidratazione corporea,possono venir meno le performance fisiche e mentali. Deve essere la principale fonte di idratazione durante le prestazioni sportive per il mantenimento di cellule,tessuti,organi e di tutte le funzioni vitali, poiché il corpo deve essere costituito dal 50-60 per cento di acqua.
Infine , due minuti di respirazione consapevole
Poiché il respiro è parte del corpo, quando respiriamo profondamente e consapevolmente, anche per pochi minuti, il corpo si calma e riprenderla sua energia. E nello stesso tempo anche la mente si placa
Grazie per essere stata con noi sulle nostre pagine di Click Mag
Ciao Giuliana
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

More in Attualità

Advertisement

In Primo Piano

Advertisement

Attualità

Advertisement

Lifestyle

Advertisement

Spettacolo

Moda

Cultura

To Top