All for Joomla All for Webmasters
Connect with us

PANETTONE MAXIMO IL FESTIVAL DEL PANETTONE DI ROMA

Eventi

PANETTONE MAXIMO IL FESTIVAL DEL PANETTONE DI ROMA

PANETTONE MAXIMO IL FESTIVAL DEL PANETTONE DI ROMA

Per la pri­ma vol­ta nel­la Capi­ta­le i miglio­ri pastic­ce­ri roma­ni si con­fron­ta­no

nel­la pre­pa­ra­zio­ne del panet­to­ne arti­gia­na­le, tra­di­zio­na­le secon­do disci­pli­na­re e al cioc­co­la­to, a tema libe­ro.

Un Christ­mas Mar­ket di asso­lu­ta eccel­len­za tra degu­sta­zio­ni e ven­di­ta

di panet­to­ni , bon­tà eno­ga­stro­no­mi­che del ter­ri­to­rio lazia­le,

talk di appro­fon­di­men­to sul lie­vi­ta­to, show coo­king di mae­stri pastic­ce­ri

e la com­pe­ti­zio­ne che eleg­ge­rà “il miglior panet­to­ne di Roma”.

Infi­ne la rac­col­ta di dol­ci per il Bam­bin Gesù. Ospi­te d’onore Bab­bo Nata­le!

Dome­ni­ca 15 dicem­bre 2019

Bosco­lo Cir­co Mas­si­mo — Via dei Cer­chi 87, Roma

Ore 11:30 – 19:30

Ingres­so: 10 euro adul­ti, 5 euro bam­bi­ni fino a 12 anni

Il Nata­le è alle por­te e tra le stra­de del­la Capi­ta­le, già addob­ba­te a festa, si sen­te il pro­fu­mo ine­brian­te dei dol­ci lie­vi­ta­ti tipi­ci del­le Feste. Tra tor­ro­ni, pastic­ci­ni e pan­do­ri però, il re indi­scus­so del foco­la­re dome­sti­co, in que­sto perio­do dell’anno, è il panet­to­ne.

Ed è pro­prio per cele­bra­re que­sto mera­vi­glio­so pro­dot­to arti­gia­na­le che rac­chiu­de in sé tut­to il calo­re del­la fami­glia riu­ni­ta intor­no alla tavo­la per il Nata­le, dome­ni­ca 15 dicem­bre — dal­le 11:30 alle 19:30 — al Bosco­lo Cir­co Mas­si­mo si ter­rà Panet­to­ne Maxi­mo, il 1° Festi­val del Panet­to­ne di Roma, orga­niz­za­to dal maga­zi­ne onli­ne Man­gia­Be­vi e Risto­rA­gen­cy.

Panet­to­ne Maxi­mo nasce dall’esigenza di dare un pal­co­sce­ni­co ai pastic­ce­ri del­la Capi­ta­le che pro­du­co­no arti­gia­nal­men­te il panet­to­ne. – spie­ga l’organizzatore Fabio Car­ne­va­li – Il panet­to­ne infat­ti, pur essen­do nato a Mila­no nel ‘500, è il dol­ce tipi­co del­le feste in tut­ta Ita­lia e in ogni regio­ne si pro­du­ce con mae­stria, secon­do un disci­pli­na­re che non ammet­te dero­ghe. Con que­sto even­to voglia­mo appun­to dare la pos­si­bi­li­tà di far cono­sce­re al gran­de pub­bli­co il panet­to­ne pro­dot­to dal­le miglio­ri pastic­ce­rie roma­ne, assag­gian­do­lo, acqui­stan­do­lo o rega­lan­do­lo ai pro­pri cari”.

Tan­te saran­no le atti­vi­tà in pro­gram­ma per que­sta pri­ma edi­zio­ne del­la ker­mes­se – pre­sen­ta­ta da Sara De Bel­lis, diret­tri­ce di Man­giae­Be­vi – che coin­vol­ge­rà adul­ti e bam­bi­ni alla sco­per­ta del­le miglio­ri pro­du­zio­ni arti­gia­na­li di Roma in mate­ria di gran­di lie­vi­ta­ti del­le Feste.

Ban­chi di degu­sta­zio­ne, incon­tri a tu per tu con i gran­di pastic­ce­ri, talk di appro­fon­di­men­to e un con­te­st moz­za­fia­to che vedrà in gara le miglio­ri pastic­ce­rie del­la Capi­ta­le.

Un incan­te­vo­le Christ­mas Mar­ket di alto ran­go con i pro­dot­ti tipi­ci per le feste, alcu­ne eccel­len­ze eno­ga­stro­no­mi­che lazia­li e l’immancabile pre­sen­za di Bab­bo Nata­le, che sarà a dispo­si­zio­ne dei più pic­co­li per le foto di rito.

Spa­zio anche alla bene­fi­cen­za. Panet­to­ne Maxi­mo infat­ti darà l’opportunità di rega­la­re un sor­ri­so ai pazien­ti dell’ospedale pedia­tri­co Bam­bi­no Gesù gra­zie alla rac­col­ta dei panet­to­ni da con­se­gna­re alla casa fami­glia Isti­tu­to del­le Suo­re Fran­ce­sca­ne del­la Cro­ce del Liba­no.

I Par­te­ci­pan­ti

All’evento saran­no pre­sen­ti le più rino­ma­te pastic­ce­rie del­la Capi­ta­le con gli arti­sti dei dol­ci lie­vi­ta­ti che pre­sen­te­ran­no, agli ospi­ti e alla giu­ria di esper­ti, le loro crea­zio­ni per aggiu­di­car­si il tito­lo di “Miglior Panet­to­ne di Roma”.

Tra i par­te­ci­pan­ti ci saran­no Achil­li Caf­fè, Anto­ni­ni, Bar­be­ri­ni, Bom­pia­ni, Casa Man­fre­di, D’Antoni, Gruè, Le Levain, Nero Vani­glia, Pan­zi­ni (Subia­co), Patri­zi (Fiu­mi­ci­no), Pom­pi e San­ti Seba­stia­no e Valen­ti­no.

Gli Show Coo­king

Non man­che­ran­no ospi­ti d’eccezione ed entu­sia­sman­ti show coo­king ad ope­ra di alcu­ni tra i più noti pastry chef del­la Capi­ta­le che si cimen­te­ran­no, davan­ti agli occhi degli spet­ta­to­ri, con ricet­te straor­di­na­rie di dol­ci basa­te sul gusto e l’aroma incon­fon­di­bi­le del panet­to­ne arti­gia­na­le.

I pastry chef pro­ta­go­ni­sti degli show coo­king saran­no Giu­sep­pe Ama­to (La Per­go­la), Marion Lich­tle (Il Pagliac­cio) e Mar­co Nuz­zo (Imà­go).

Il Con­te­st

Come det­to, le pastic­ce­rie pre­sen­ti all’evento par­te­ci­pe­ran­no alla com­pe­ti­zio­ne che decre­te­rà il “Miglior Panet­to­ne di Roma”, in due dif­fe­ren­ti cate­go­rie: panet­to­ne tra­di­zio­na­le (secon­do disci­pli­na­re*) e panet­to­ne al cioc­co­la­to (tema libe­ro).

Alla giu­ria, com­po­sta dai più auto­re­vo­li esper­ti del set­to­re, ver­ran­no sot­to­po­sti dei panet­to­ni rigo­ro­sa­men­te sen­za eti­chet­ta o segni di rico­no­sci­men­to, per cia­scun con­cor­ren­te. Al ter­mi­ne degli assag­gi, sarà pro­cla­ma­to il vin­ci­to­re.

Il Panet­to­ne secon­do il suo Disci­pli­na­re

Il Mini­ste­ro dell’Economia e del­le Finan­ze il 22 luglio 2005 ha ema­na­to un decre­to inti­to­la­to “Disci­pli­na del­la pro­du­zio­ne e del­la ven­di­ta di talu­ni pro­dot­ti dol­cia­ri da for­no” in cui spe­ci­fi­ca gli ingre­dien­ti obbli­ga­to­ri, quel­li facol­ta­ti­vi ed il pro­ces­so pro­dut­ti­vo di alcu­ni dol­ci tipi­ci tra cui panet­to­ni, pan­do­ri, colom­be e savo­iar­di. Lo stes­so decre­to defi­ni­sce il panet­to­ne qua­le “pro­dot­to dol­cia­rio da for­no a pasta mor­bi­da, otte­nu­to per fer­men­ta­zio­ne natu­ra­le da pasta aci­da, di for­ma a base roton­da, con cro­sta supe­rio­re scre­po­la­ta e taglia­ta in modo carat­te­ri­sti­co, di strut­tu­ra sof­fi­ce ad alveo­la­tu­ra allun­ga­ta e aro­ma tipi­co di lie­vi­ta­zio­ne a pasta aci­da”. Gli ingre­dien­ti prin­ci­pa­li devo­no esse­re : fari­na di fru­men­to; zuc­che­ro; uova di gal­li­na di cate­go­ria “A” o tuor­lo d’uovo o entram­be, in quan­ti­tà tali da garan­ti­re non meno del 4% in peso in tuor­lo; per­cen­tua­le di mate­ria gras­sa butir­ri­ca non infe­rio­re a 16; uvet­te e scor­za di agru­mi can­di­ti (aran­ce e cedri), non devo­no scen­de­re al di sot­to del­la soglia del 20%; lie­vi­to natu­ra­le costi­tui­to da pasta aci­da.

Il pro­ces­so pro­dut­ti­vo comin­cia con la pre­pa­ra­zio­ne del lie­vi­to madre di pasta aci­da a par­ti­re da un com­po­sto costi­tui­to da acqua e fari­na di fru­men­to, aci­di­fi­ca­to dall’attività fer­men­ta­ti­va di lie­vi­ti e bat­te­ri lat­ti­ci pro­ve­nien­ti da un impa­sto uti­liz­za­to nel ciclo pro­dut­ti­vo pre­ce­den­te.

Non appe­na il lie­vi­to madre ha tri­pli­ca­to il suo volu­me ven­go­no aggiun­te le uova, il bur­ro, lo zuc­che­ro e la fari­na e il tut­to vie­ne lascia­to lie­vi­ta­re per cir­ca 12 ore a T intor­no ai 30°C fino a quan­do non si sia qua­dru­pli­ca­to.

Una vol­ta rag­giun­te le dimen­sio­ni defi­ni­ti­ve il com­po­sto subi­sce una secon­da lavo­ra­zio­ne, con l’aggiunta ulte­rio­re di uova, fari­na, bur­ro, zuc­che­ro, uvet­ta e can­di­ti e dopo esse­re posto negli stam­pi vie­ne lascia­to lie­vi­ta­re nuo­va­men­te. Duran­te la secon­da fase di lie­vi­ta­zio­ne vie­ne pra­ti­ca­ta la scar­pa­tu­ra, ope­ra­zio­ne tra­mi­te cui vie­ne effet­tua­ta un’incisione a for­ma di cro­ce sul­la super­fi­cie dell’impasto in modo da favo­ri­re il rigon­fia­men­to del panet­to­ne. Dopo la cot­tu­ra, per cir­ca 1h a 180°C, il dol­ce vie­ne fat­to raf­fred­da­re capo­vol­to per alme­no 10 ore.

La Loca­tion

Bosco­lo Cir­co Mas­si­mo è un Bou­ti­que Hotel con spa­zio even­ti uni­co in quan­to si svi­lup­pa all’interno del Pala­ti­no e del­le Mura Roma­ne, pro­prio di fron­te al Cir­co Mas­si­mo. Un vero e pro­prio museo a cie­lo aper­to nel cuo­re del Cen­tro Archeo­lo­gi­co Monu­men­ta­le, tra le mete pre­fe­ri­te dai roma­ni e dai turi­sti di tut­to il mon­do. I cor­ri­doi e le pare­ti del­la strut­tu­ra, com­pre­se quel­le del­la Sala degli Even­ti, sono patri­mo­nio arti­sti­co e cul­tu­ra­le del Pala­ti­no. Nel­la Cor­te prin­ci­pa­le dove si svi­lup­pa lo spa­zio ester­no, si tro­va l’abside di San­ta Ana­sta­sia. La fac­cia­ta, eret­ta nel tar­do ‘600, fun­zio­na come masche­ra del­la strut­tu­ra stes­sa, qua­si un fon­da­le sce­no­gra­fi­co: su di essa, a coro­na­men­to del moti­vo a ocu­li che carat­te­riz­za il cor­ni­cio­ne, si tro­va la “mano di Cice­ro­ne” come anco­ra vie­ne deno­mi­na­to que­sto cal­co in ges­so. Il pro­spet­to, in un gio­co archi­tet­to­ni­co di pie­ni e vuo­ti, si svi­lup­pa tra le fine­stre di varia geo­me­tria e le due por­te late­ra­li, tut­te incor­ni­cia­te a stuc­co con i gigli far­ne­sia­ni. L’edificio fu infat­ti eret­to come Mona­ste­ro annes­so alla limi­tro­fa Chie­sa di S. Ana­sta­sia.

Una loca­tion sug­ge­sti­va, col­ma di sto­ria, che offri­rà l’opportunità a tut­ti i par­te­ci­pan­ti di visi­ta­re ecce­zio­nal­men­te la mostra sul­la sto­ria del­la cuci­na e del­la gastro­no­mia ita­lia­na idea­ta dal noto chef Ros­sa­no Bosco­lo, pro­prie­ta­rio dell’edificio.

I Media Part­ner

Part­ner dell’evento saran­no alcu­ni impor­tan­ti media come Roma Today, Man­giae­Be­vi, Radio Radio, Gusto Sano, Bio Maga­zi­ne, So Wine So Food e Food Con­fi­den­tial.

Roma, 3 dicem­bre 2019

UFFICIO STAMPA BORTOLAN & CARNEVALI

Belin­da Bor­to­lan • cell. 3357011993 • belinda@bortolancarnevali.com

Fabio Car­ne­va­li • cell. 3356001832 • fabio@bortolancarnevali.com

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

More in Eventi

In Primo Piano

Attualità

Lifestyle

Spettacolo

Moda

Cultura

   
To Top