All for Joomla All for Webmasters
Connect with us

Reddito di cittadinanza e riforma pensioni, le novità sulla Legge di Bilancio 2019

Politica

Reddito di cittadinanza e riforma pensioni, le novità sulla Legge di Bilancio 2019

Reddito di cittadinanza e riforma pensioni, le novità sulla Legge di Bilancio 2019

La Leg­ge di Bilan­cio 2019 arri­va in Sena­to e si ria­pre il capi­to­lo su red­di­to di cit­ta­di­nan­za e rifor­ma pen­sio­ni, in vista anche nuo­ve nor­me per le impre­se.

Men­tre da Bru­xel­les con­ti­nua il pres­sing sull’Italia per una revi­sio­ne del­la leg­ge di Bilan­cio che evi­ti l’apertura di una pro­ce­du­ra d’infrazione, la Mano­vra sbar­ca in Sena­to. Dal­le scel­te del Gover­no in mate­ria di disa­van­zo dipen­de­rà la for­mu­la­zio­ne del­le misu­re fon­da­men­ta­li su Red­di­to di cit­ta­di­nan­za e rifor­ma pen­sio­ni. Nor­me che potreb­be­ro alla fine con­flui­re in prov­ve­di­men­ti spe­ci­fi­ci, fuo­ri dal­la Mano­vra come anti­ci­pa­to nel­le set­ti­ma­ne pas­sa­te, nel­la qua­le però ci sono le rela­ti­ve pre­vi­sio­ni di spe­sa.  Vedia­mo, stan­do alle anti­ci­pa­zio­ni ed alle ipo­te­si al momen­to sui tavo­li gover­na­ti­vi, come potreb­be cam­bia­re la Mano­vra nei nume­ri e nel­le rela­ti­ve misu­re.

Red­di­to e Quo­ta 100
La Leg­ge di Bilan­cio 2019 finan­zia con 16 miliar­di Red­di­to di cit­ta­di­nan­za e Quo­ta 100. Il pun­to è che, abbas­san­do il defi­cit, occor­re­rà anche limi­ta­re que­ste risor­se. Come è noto, la momen­to in mano­vra il rap­por­to deficit/PIL è al 2,4%. Le richie­ste dell’Europa sono di abbas­sar­lo sot­to il 2%, men­tre il Gover­no non vor­reb­be scen­de­re sot­to que­sta soglia. Una ridu­zio­ne al 2% quin­di di 4 pun­ti per­cen­tua­li, impo­ne di taglia­re cir­ca 7–8 miliar­di attual­men­te pre­vi­sti in mano­vra. Lo slit­ta­men­to ad apri­le del red­di­to di cit­ta­di­nan­za var­reb­be cir­ca 1 miliar­do, i palet­ti sull’introduzione del­la quo­ta 100 (divie­to di cumu­lo con il lavo­ro dipen­den­te fino al com­pi­men­to dell’età pen­sio­na­bi­le e fine­stre di usci­ta 2019) con­sen­ti­reb­be­ro rispar­mi fino a 2 miliar­di.

Pen­sio­ni d’oro
Su quest’ultimo fron­te, si regi­stra­no nuo­ve ipo­te­si rife­ri­te al taglio del­le pen­sio­ni d’oro, che sareb­be meno inci­si­vo del pre­vi­sto, alzan­do la soglia dei 90mila euro lor­di, oppu­re intro­du­cen­do un diver­so mec­ca­ni­smo (non più un taglio, ma un bloc­co del­le riva­lu­ta­zio­ni. Altro capi­to­lo che sarà rima­neg­gia­to in Sena­to, quel­lo rela­ti­vo alle misu­re per le impre­se, che chie­do­no una ridu­zio­ne del cuneo fisca­le e del­le tarif­fe INAIL.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

More in Politica

In Primo Piano

Attualità

Lifestyle

Spettacolo

Moda

Cultura

   
To Top