All for Joomla All for Webmasters
Connect with us

Patrick Oungre: a Trento a tu per tu con un grande esperto di Open Innovation in Italia

Economia

Patrick Oungre: a Trento a tu per tu con un grande esperto di Open Innovation in Italia

Patrick Oungre: a Trento a tu per tu con un grande esperto di Open Innovation in Italia

Con le giu­ste pre­cau­zio­ni, in que­sto perio­do di Coro­na­vi­rus, sia­mo riu­sci­ti ad incon­tra­re a Tren­to Patrick Oun­gre tra i mag­gio­ri esper­ti di open inno­va­tion in Ita­lia e Group Head of Inno­va­tion di A2A, mul­tiu­ti­li­ty Ita­lia­na lea­der nei ser­vi­zi ambien­ta­li e nel tele­ri­scal­da­men­to e ai ver­ti­ci nei set­to­ri ener­gia, calo­re, reti e tec­no­lo­gie per smart city. Ci ha illu­stra­to qua­li sono i prin­ci­pa­li cam­bia­men­ti che le azien­de stan­no affron­tan­do per gui­da­re l’innovazione.

Un pri­mo gran­de tema che accom­pa­gna ormai da qual­che anno le con­ver­sa­zio­ni del­la busi­ness com­mu­ni­ty è il con­cet­to di “tec­no­lo­gie espo­nen­zia­li”. Pro­via­mo a capi­re insie­me di cosa si trat­ta e per­ché è così impor­tan­te per un’azienda saper coglie­re que­sta oppor­tu­ni­tà. Il pri­mo aspet­to da con­si­de­ra­re è che stia­mo par­lan­do di un feno­me­no espo­nen­zia­le. Tipi­ca­men­te ven­go­no uti­liz­za­te diver­se meta­fo­re per spie­ga­re que­sto con­cet­to, ma una in par­ti­co­la­re, mi ha sem­pre con­vin­to più di altre e cre­do risul­ti imme­dia­ta­men­te intui­ti­va: 30 pas­si linea­ri cor­ri­spon­do­no a cir­ca 30 metri; 30 pas­si espo­nen­zia­li cor­ri­spon­do­no a cir­ca 1 miliar­do di metri il che, tra­dot­to, signi­fi­ca che ci per­met­to­no di anda­re sul­la luna, cir­cum­na­vi­gar­la una ven­ti­na di vol­te, ritor­na­re sul­la ter­ra.

Alla luce di que­sta nuo­va con­sa­pe­vo­lez­za, è chia­ro come le tec­no­lo­gie espo­nen­zia­li impon­go­no di ripro­gram­ma­re il con­cet­to di cam­bia­men­to per favo­ri­re model­li di inno­va­zio­ne dal poten­zia­le incre­di­bi­le. Inol­tre, diver­sa­men­te dal pro­gres­so linea­re, se osser­via­mo l’evoluzione del­la tec­no­lo­gia nel tem­po, la sua per­for­man­ce rad­dop­pia con perio­di­ci­tà e così decre­sce il suo costo. E con l’avvento del Quan­tum Com­pu­ting la cur­va del pro­gres­so tec­no­lo­gi­co, sto­ri­ca­men­te espres­sa con la leg­ge di Moo­re, potreb­be esse­re rimes­sa in discus­sio­ne in modo pro­fon­do.

Per­ché que­sta evo­lu­zio­ne tec­no­lo­gi­ca diven­ta pro­gres­si­va­men­te alla por­ta­ta di tut­ti. Nostra, dei nostri clien­ti e dei nostri com­pe­ti­tors. Il suo costo pro­gres­si­va­men­te mar­gi­na­le ren­de la tec­no­lo­gia ed il pro­gres­so inte­gra­bi­li in con­te­sti azien­da­li crean­do evi­den­te­men­te nuo­ve oppor­tu­ni­tà per le azien­de in gra­do di inter­pre­ta­re que­sti cam­bia­men­ti.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

More in Economia

In Primo Piano

Attualità

Lifestyle

Spettacolo

Moda

Cultura

To Top